cani-a-passeggio

Cani a passeggio… La processionaria

 

E’ vero, noi parliamo di cani, ma in questo caso tutti, uomo compreso, quando vengono a contatto con i peli urticanti della processionaria, sono a rischio di sviluppare i sintomi relativi a questo pericoloso bruco.

La processionaria è un lepidottero assai distruttivo per le pinete, perché distrugge le foglie ma noi interessa di più la sua forma larvale.

Da giovane infatti si presenta come una larva di 1-3 cm, fornita di tantissimi peli altamente urticanti per l’uomo e per tutti gli animali.

Il suo nome deriva dalla sua abitudine di spostarsi sempre in fila indiana, formando una vera e propria processione.

Solitamente si trova sui pini ma talvolta anche sui cedri: se notate dei nidi biancastri in inverno è probabile che ci sia un’infestazione di processionaria. Le larve escono in primavera, a marzo tendenzialmente, ma in zone più calde è possibile trovarle anche prima!

Questi insetti sono più attivi di notte, ma in primavera, quando sono più affamate si calano a terra e si interrano.

PERICOLO PER GLI ANIMALI E SINTOMI

La processionaria è quindi molto pericolosa sia per la salute umana, sia per quella dei nostri animali (cani, gatti, conigli ecc..).

I peli sono molto urticanti. si infliggono nella pelle e subito danno origine ad un eritema papuloso pruriginoso. Tuttavia, i casi più gravi si hanno quando i peli riescono a giungere in contatto con l’occhio, le mucose in generale o quando riescono ad entrare nelle vie respiratorie e digestive.

 

Detto questo, si capisce perché è cosi pericolosa per i cani.

Annusando per terra possono ingerire o respirare i peli urticanti del bruco che danno il via a sintomi quali:

 

  • salivazione abbondante
  • dolore
  • infiammazione di bocca, esofago e stomaco
  • edema della glottide
  • necrosi della lingua e della mucosa
  • febbre
  • anoressia
  • vomito emorragico
  • diarrea emorragica

Sono tutti gravi e potenzialmente fatali, anche perché la diagnosi può essere semplice se il proprietario riferisce la presenza di processionarie, altrimenti si è portati a pensare anche a veleni o alimenti tossici.

COSA FARE IN CASO DI CONTATTO 

La prima cosa da fare è cercare di allontanare i peli urticanti dalla bocca facendo dei lavaggi con acqua (portatevi sempre dietro almeno una bottiglia d’acqua e usate i guanti per non rischiare di toccare i peli).

La cosa non sarà molto facile dato che il vostro amico sentirà fastidio e dolore.

Fatevi aiutare da un altra persona se possibile. Chiamate immediatamente un veterinario e seguite le sue istruzioni.

In questi casi è meglio prevenire che curare perciò prestate molta attenzione.. le processionarie sono sempre in agguato!


Potrebbero interessarti: