La piana di Vegonno (VA)

La nostra amica Margherita è stata alla Piana di Vegonno e ci ha mandato questo bellissimo itinerario!

Se anche voi avete itinerari da proporci potete scrivere all’inirizzo passeggiandoconilcane@gmail.com

 

“Oggi ho da proporvi una gita rigenerante in un luogo davvero suggestivo: vi sembrerà di essere nel cuore della Toscana ma in realtà siamo a pochissimi passi dalla civiltà urbana, e soprattutto non vi servirà fare lunghi viaggi in macchina per raggiungere la meta!
Lasciate a casa i cellulari insieme a tutte le vostre preoccupazioni: vi serve solo uno zainetto con una copertina da pic-nic, acqua potabile e qualcosa di buono da condividere con il vostro quattrozampe!

Se avete un navigatore potete impostare Vegonno Via XXV Aprile, altrimenti dalla provinciale 17 che collega Azzate a Mornago seguire le indicazioni per Vegonno – Fattoria Canale (sulla sinistra subito il centro di Azzate).
Una volta abbandonata la provinciale dopo pochissimi metri vi troverete il cimitero sulla sinistra, e dall’altra parte della strada un piccolo parcheggio.

 

Vegonno2

 

Una volta lasciata la macchina vi consiglio di imboccare la stradina asfaltata che costeggia il cimitero sul lato sinistro: appena svoltato lungo il muro e lasciato il cimitero alle vostre spalle incrocerete sul sentiero di fondo valle.

Tenendo la destra il primo tratto è una “zona cuscinetto” che divide la zona boschiva dal margine del paese, ma dopo pochi minuti vi si aprirà davanti tutta la piana di Vegonno.

 

 

Ci sono due tipi di paesaggi: di valle e di bosco.
Il sentiero di bosco non è difficile e si inerpica su una collinetta a nord, per cui è sempre fresco, ombreggiato anche d’estate e non ci sono piante a rischio processionaria. Il sottobosco a tratti è poco curato ma se non vi avventurate in “fuori pista” in stile Indiana Jones i sentieri sono ben curati e collegati tra loro. Non c’è pericolo di perdersi: la zona boschiva non è molto estesa ed è facile orientarsi.
Nella piana invece ogni percorso è una esperienza diversa: potete seguire la stradina in terra battuta che ondeggia nella piana con curve morbide per un percorso rilassante, oppure potete attraversarla di campo in campo correndo a perdifiato, oppure ancora decidere per un percorso a confine tra il bosco e la piana, per restare al fresco senza privarsi della bellezza del paesaggio…

 

 

 

Qualsiasi esperienza vogliate fare è d’obbligo prendersi una pausa, stendere la coperta sul prato nel punto che vi piace di più e godersi questo posto meraviglioso insieme al vostro amico migliore!
Il Sacro Monte e tutta la catena delle prealpi è proprio di fronte a voi, e se la giornata è fortunata potete leggere nel disegno delle nuvole le correnti d’aria che dalle montagne scendono verso il lago regalando uno spettacolo naturale da lasciare senza parole!

Non saprei dirvi se c’è una stagione migliore per questo luogo:
è incantevole con la neve, nel suo silenzioso candore ovattato e incontaminato…
è rigenerante in primavera, quando tutti i colori vibrano di una lucentezza cristallina…
è meraviglioso in autunno, con le sue mille sfumature di colori e l’atmosfera morbida e avvolgente che solo l’autunno sa infondere in ogni foglia…
insomma, non fatevi mancare nessuna occasione!”

 

 

 

 

Piana di Vegonno


Potrebbero interessarti: