I mille sentieri del Parco RTO, Gornate Olona (VA)

Il parco RTO è un’area molto vasta ricca di sentieri che si intrecciano con i tre torrenti che ne danno appunto il nome (Rile, Tenore, Olona).
In estate i percorsi sono per lo più ombreggiati e freschi grazie alla folta vegetazione, ma nei periodi più caldi è necessario munirsi di antizanzare per voi e per i vostri amici quadrupedi.
In inverno invece i sentieri sono tutti soleggiati grazie alla caduta del fogliame ma è necessario avere scarpe da trekking impermeabili per guadare in tutta tranquillità i torrenti, percorrere anche i sentieri meno battuti e correre nell’erba senza bagnarsi i piedi!
L’intera area è ricca di fauna selvatica, pertanto consiglio di mettere i campanelli ai cani in modo da avvisare gli animali del proprio passaggio e consentire loro di spostarsi per tempo.

I sentieri percorribili sono infiniti, e verso la zona sud del parco (più boschiva) si moltiplicano in mille varianti intrecciate tra loro: vi consiglio di non inoltrarvi in sentieri secondari finché non conoscete molto bene quelli principali, e comunque se decidete di abbandonare il sentiero segnate sempre da dove siete venuti (posizionate a terra dei sassi o dei rami formando una freccia nella direzione da cui siete venuti, le mollichine di pane non funzionano!!)

Un buon punto di partenza dal quale potete cominciare a prendere confidenza col parco e percorrere diversi sentieri è la Madonnetta: qui potete parcheggiare la macchina comodamente e cominciare la vostra avventura.
Come si arriva alla Madonnetta?

Se avete un navigatore potete usare come punto di arrivo Gornate Olona, via Montello.
Altrimenti dal centro di Gornate Olona seguite le indicazioni per Cascina Martina (ottimo agriturismo dove poter mangiare, su prenotazione) o per il Campeggio Sole Verde.
Una volta lasciata la macchina al parcheggio della chiesetta i sentieri che potete prendere sono molteplici…

Uno dei primi che vi consiglio per cominciare a prendere confidenza col parco è l’anello
Madonnetta – Morazzone – Baraggia (1ora circa)

Lasciandovi la Madonnetta sulla destra proseguire sul sentiero principale (tenere la destra): il percorso è molto ampio e sempre pulito, dopo il primo rettilineo sulla sinistra è possibile lasciare il sentiero principale e addentrarsi in un campo soleggiato dove fermarsi a giocare coi cani (il primo campo è coltivato, ma se lo oltrepassate ne segue uno a prato).
Proseguendo sul percorso, dopo circa 15/20min di cammino il sentiero termina incrociando la strada provinciale che collega Morazzone a Caronno Corbellaro (per questo passaggio vi consiglio il guinzaglio), ma se prendete il sentiero subito a sinistra (la strada curva a destra) vi addentrate nuovamente nel bosco.

Una volta ripreso il bosco ci sarà da guadare un torrente e proseguire sempre sul sentiero principale.
Si giungerà ad uno spazio allenamento cavalli, e proseguendo sempre sul sentiero principale vi troverete in un gran
de campo con un viale alberato: a sinistra c’è il maneggio e a destra troverete il laghetto Pollo.
Il laghetto Pollo è recintato ma difficile da individuare in quando interamente ricoperto da vegetazione, ma in primavera lo potete riconoscere dal rumore assordante delle rane che lo abitano.

Proseguendo sul sentiero girate intorno al maneggio facendo una curva a gomito e arriverete ad una piccola area attrezzata dove sorge un piccolo monumento commemorativo (nel 1600 quando la peste colpì il Contado del Serio la zona era destinata a cimitero comune).

Il sentiero prosegue in discesa, incrocia un altra volta il torrente (qui forma una pozza abbastanza grande per far bagnare i cani in estate) e si divide in due: prendete a sinistra (il sentiero è di sassetti bianchi) e risalite.
Arriverete ad un grande campo (sulla destra) e proseguendo sul sentiero vi ritroverete la Madonnetta sulla destra, al punto da cui siete partiti.

Su questo sentiero esiste una variante che vi permette di “saltare” il maneggio (ci sono cani, galline e caprette sempre libere): prima di arrivare al laghetto Pollo, sulla sinistra c’è un sentiero piccolo che si inoltra nel bosco: una volta entrati nel bosco tenendo la destra incrocerete la strada che scende al torrente (in questo modo però salterete anche il cimitero storico).

Buona passeggiata!

di Margherita M.


Potrebbero interessarti:

Cani a passeggio: Attivazione mentale!

Cani a passeggio: Attivazione mentale!

Oggi parliamo di un'attività un pochino differente...  perchè se è molto importante l'attività fisica ( e stiamo preparando un bel post su questo argomento) ma come si dice... "Mens sana in corpore sano".   L'attivazione mentale è una magnifica...

leggi tutto
Cani a passeggio… Aiuto! il mio cane è stato avvelenato

Cani a passeggio… Aiuto! il mio cane è stato avvelenato

Cani a passeggio... Aiuto! il mio cane è stato avvelenato   Purtroppo, sempre più spesso, sentiamo parlare di cani avvelenati da bocconi ingeriti durante le passeggiate (non c'è bisogno di dire cosa penso delle ignobili persone che li lasciano in...

Cani a passeggio… Trekking in montagna!

Cani a passeggio… Trekking in montagna!

Trekking in montagna! Ciao amici! Siamo in pieno inverno, il periodo della neve in montagna! Per gli amanti della montagna cosa c'è di meglio di una giornata di trekking con il proprio amico a quattro zampe? Per tutti voi con scarponi e racchette, la convivenza con un...