Laghetto di Fiè, Fiè allo Sciliar (BZ)

Oramai è periodo di vacanza e noi non ci siamo sottratti ad andarcene una settimana in ferie!
Abbiamo scelto la montagna, nello specifico le dolomiti, nello specifico nel massiccio dello Sciliar.

Siamo nella a nord di Bolzano (circa 15 km) esattamente a Fiè allo Sciliar.
Questo paese si estende su un’area che vede il suo punto più basso a 315 m e quello più alto a 2.564 m sopra il livello del mare. La frazione più alta è a 1130 m di altitudine. Tra bassure, valli e alta montagna si trovano terrazze delle montagne medie – formate dai ghiacciai dell’ epoca glaciale – nelle quali è incassato il paese (a 800 m). In una conca ai piedi dello Sciliar, si trova
il suggestivo “Laghetto di Fiè”, un pittoresco lago montano, che invita a nuotare in estate e a pattinare in inverno.

Su consiglio di amici abbiamo affittato un appartamento dalla famiglia Weissenegger (www.weissenegger.com).
Mi sento di consigliarvi questa sistemazione per voi e i vostri 4 zampe perché è molto comoda (ha grandi spazi vicino dove fare scorrazzare i
cani), i proprietari sono davvero molto gentili e accettano cani di qualsiasi taglia.

Da qui siamo partiti per varie escursioni:
in questo post volevo soffermarmi su quella al Laghetto di Fiè!

Il Laghetto di Fiè, uno dei laghi balneabili più belli d’Italia, si trova a soli 30 minuti di camino. Partendo dalla frazione S.Antonio (una frazione di Fiè) si prende la strada che sale verso i laghetti (è molto ben segnalata). Si prende la strada che sale (strada abbastanza trafficata ma bisogna percorrerla solo per poco) fino ad arrivare all’imbocco del bosco. Girare a sinistra seguendo il sentiero 14. Da qui la strada è tutta in mezzo ai boschi (attenzione perché ad un certo punto il sentiero incrocia la strada ma è comunque ben visibile) e arriva direttamente al laghetto di Fiè. Non fatevi scoraggiare dalla prima parte che è più impegnativa perchè ne vale la pena!!!

Arrivati al laghetto potete fermarvi li (ricordatevi però che non è permesso far fare il bagno ai cani) oppure salire ancora un po’ fino ad arrivare ad un secondo laghetto riservato alla pesca ( divieto anche qui per i cani di fare i bagno ma ho notato che non era rispettato da nessuno 🙂 )

Dopo esservi rilassati vi consiglio di continuare la passeggiata e salire fino alla Malga Tuff.
Dai laghetti partono due sentieri, uno più lungo su una strada sterrata e uno più corto ma in mezzo ai boschi (io vi consiglio il secondo). Dopo tutto questo vi troverete di fronte una magnifica distesa di prati!!

Portare sempre tutto il necessario per il vostro 4 zampe, anche se tutta questa zona è veramente dog-friendly, le camminate possono essere veramente molto impegnative!

Sara

Fié allo Sciliar


Potrebbero interessarti: